skip to Main Content
Viaggio Nella Cucina: Tipologie E Stili A Confronto

Viaggio nella cucina: tipologie e stili a confronto

Suggerimenti per l’acquisto di una cucina? Questo è notoriamente il luogo più abitato della casa, vero e proprio crocevia di tutta la famiglia in cui si celebra la “dottrina” culinaria (nel nostro caso nobilitata dalla tradizione italiana, tra le più rinomate del mondo) ma che spesso vanta caratteristiche strutturali che ne consentono l’utilizzo anche come area conviviale, consumo dei pasti e quant’altro.

L’evoluzione del nostro modo di vivere la cucina ha influito, ovviamente, anche sulle tipologie d’arredamento per quest’area della casa così specifica, performandone i connotati sulla base delle abitudini, l’introduzione di elettrodomestici ed attrezzature sempre più avanzate e venendo incontro alle esigenze di spazio, tuttora  in crescendo, generate da un rinnovato feeling con la prestigiosa arte del “saper cucinare”.

Ma quali sono le cucine tipiche dal punto di vista della tipologia?

L’evolversi dell’arredamento di interni rende difficile, oggi, circoscrivere la cucina a semplici precetti canonici, è possibile tuttavia tracciare un sentiero generale intorno a cui ruota la sempre maggiore personalizzazione di questo particolare ambiente della casa.

Cucina a muro

cucina-completa-di-elettrodomestici-mod-nitaL’acquisto di una cucina a muro rappresenta senza dubbio la base di partenza della maggior parte delle cucine nelle nostre abitazioni. Prettamente dettate dalle esigenze di spazio, le cucine a muro rappresentano la disposizione classica degli arredi in linea, su uno, due o tre lati a seconda delle dimensioni della stanza.

Il vantaggio principale di una cucina a muro con disposizione in linea è avere la percezione di tenere sotto controllo ogni aspetto della nostra “area di lavoro”. In tal senso è possibile giocare con gli spazi, generalmente contenuti in questo caso, al fine di creare pratici livelli di mensole e piani rialzati che si rivelano fondamentali per la disposizione degli oggetti di prima necessità.

 

Nella maggior parte dei casi, a fronte di dimensioni esigue della stanza la cucina a muro si traduce in cucina angolare, con l’utilizzo di due lati per elettrodomestici, fuochi e piani di lavoro, e uno presumibilmente dedicato all’aspetto living, quindi con tavolo e sedie se consentito dagli spazi. Un ulteriore vantaggio della cucina a muro è che il naturale spazio creatosi per il tavolo può, in assenza di ospiti, diventare un ulteriore piano da lavoro.

Cucina a penisola

L’acquisto di una cucina a penisola è molto in voga già da molti anni, il concetto di penisola infatti si sposa perfettamente a due tipologie di cucina possibile: quella abitabile e quella ricavata da un open space.In quest’ultimo casmila-di-cesaro, chiaramente, parliamo di una tipologia di cucina chiaramente all’americana, in cui la penisola funge da divisorio naturale fra lo spazio specifico dell’ambiente e la zona living.

Tendenzialmente la disposizione dell’arredo è piuttosto schematica, con collocazione a parete in linea, al fine di creare il “lato lungo” dal quale poi si sviluppa il piano angolare che costituisce la penisola a tutti gli effetti.

Il supporto penisola, inoltre, ha l’immenso vantaggio di fungere sia da piano di lavoro, molto pratico e accessibile, che da supporto della cosiddetta “area snack”, uno spazio a metà fra la fugacità di un pasto in piedi e la comodità di un tavolo da pranzo. L’area snack diviene perfetta per consumare una colazione veloce o un pranzo in versione “minimal”, senza trascurare però una quota base di convivialità.

Cucina ad isola

fly_04-di-elmarLa cucina ad isola rispecchia le tendenze più attuali in termini di arredamento di quest’ambiente della casa. La sua disposizione caratteristica non differisce in modo sostanziale dalla cucina a penisola: tendenzialmente l’arredo prevede l’utilizzo dei due lati principali dell’ambiente, disponendo la linea degli elettrodomestici da un lato e, appunto, l’isola dall’alto.

Anche in questo caso tale tipologia ben si presta a divisorio all’americana per eventuali spazi open, inoltre chi pensa che una cucina ad isola sia appannaggio esclusivo dei grandi spazi si sbaglia: il concept ad isola è studiato per adattarsi a qualsiasi dimensione dell’ambiente, proprio grazie alla natura versatile dell’isola stessa.

 

Stili e personalizzazioni

Ovviamente, stabilire la tipologia di cucina nella maggior parte dei casi può rappresentare solo il primo step, dettato per lo più dal gusto e dalle esigenze di spazio. In secondo luogo, altrettanto importante, avverrà la scelta dello stile d’arredamento ideale per il nostro ambiente. In questo senso le scelte a disposizione sono praticamente infinite, e del tutto discrezionali.

È possibile optare per una cucina rustica, dando la priorità a elementi decorativi e legno dominante tra i materiali, oppure preferire uno stile di cucina moderna se non addirittura ispirato al modello scandinavo, caratterizzato da un uso diffuso del bianco e le varie sfumature del grigio.
In linea di massima per l’acquisto di una cucina, ogni stile ha le sue peculiarità, l’importante è che si operino scelte sempre in linea con la propria personalità e con le esigenze a cui desideriamo che la nostra cucina risponda.