skip to Main Content
Arredare Al Meglio La Propria Abitazione Senza Incorrere In Errori

Arredare al meglio la propria abitazione senza incorrere in errori

La progettazione e la fase di arredo di una casa risulta essere spesso problematica e a tratti quasi estenuante. Spesso bisogna fare i conti con spazi non troppo generosi, che non permettono di inserire i mobili o gli elettrodomestici che ci piacerebbe vedere all’interno della nostra cucina o magari del nostro bagno. Un’altra problematica importante è rappresentata dalla limitatezza del budget, che può spingere a puntare su delle scelte di seconda mano, caratterizzate da scarsa qualità e poca durevolezza nel tempo. Non dimentichiamoci, infine, dei battibecchi sempre più frequenti tra chi desidera imporre alla stanza o a una singola camera il proprio stile, scontrandosi con quello preferito dal proprio compagno o coinquilino. Pianificare una buona opera di arredo della casa può essere, quindi, difficoltosa e difficilmente gestibile, per questo è importante affidarsi a professionisti del settore che ci sappiano dare dei buoni consigli per non cadere in errore fin dall’inizio.

Utili consigli su come arredare la propria abitazioneAbbiamo, per questo, realizzato un’interessante chiacchierata con Alessandro Corina, giovane interior designer nato nel 1988; Alessandro è uno dei nomi emergenti del settore e siamo certi che sentirete molto parlare di lui negli anni a venire. Il suo percorso inizia alcuni anni fa, per la precisione nel 2009, con l’iscrizione alla L.A.B.A, Libera Accademia di Belle Arti a Firenze, dove ha appreso i segreti del mestiere dai più importanti docenti nel settore del design. Parallelamente agli studi, Alessandro ha deciso di mettere da subito in pratica le conoscenze apprese con diverse esperienze formative, da un breve stage di un mese presso lo Studio Pinocchio Design di Grosseto, sino a un più lungo percorso lavorativo presso Fidia s.r.l, oltre alla partecipazione presso importanti fiere di settore. Dopo la laurea, conseguita nel 2013, Alessandro ha deciso di iniziare un coraggioso percorso di formazione che lo ha portato a risiedere per alcuni mesi a Londra. Nonostante le interessanti offerte lavorative ricevute, ha deciso di ritornare nella sua terra di origine per aprire una proprio studio di Interior Design. Con questa chiacchierata abbiamo cercato di vedere in breve quali sono gli aspetti di cui tenere conto per non sbagliare sulla scelta dell’arredamento, oltre ad alcune curiosità sul suo lavoro.

QUALI SONO I PRIMI PASSI PER ARREDARE CASA?
Per risponderti a questa domanda, occorre distinguere due figure fondamentali per realizzare un progetto vincente: il committente e l’Interior Designer. Il primo passo del committente, secondo il mio parere, è quello di sognare il futuro spazio abitativo proprio come la casa dei sogni, senza vincoli e con tanti ambienti capaci di creare emozioni a lui e alla propria famiglia. Di conseguenza, l’Interior Designer, dopo aver ascoltato con sensibilità il committente, ha la missione di percepire il sogno della persona interessata e aiutarla a trasformare questo in realtà, attraverso le proprie idee e competenze tecniche.

QUALI SONO GLI ERRORI PIÙ RICORRENTI CHE COMMETTE CHI DEVE ARREDARE CASA?
Gli errori potenziali potrebbero essere due. Il primo è quello di non affidarsi ad un Interior Designer e di conseguenza andare incontro al secondo errore che è quello di acquistare dei complementi d’arredo non adatti ai propri sogni e bisogni perché non è stato effettuato un accurato studio degli spazi della propria casa.

ALLORA, PERCHÈ AFFIDARSI AD UN PROFESSIONISTA COME TE E QUAL’È IL VANTAGGIO DI AVERE UN CONSULENTE SUGLI ARREDI?
Perché creo e sviluppo progetti di arredamento per i miei clienti aiutandoli a scegliere le soluzioni più adatte ai loro spazi. Accompagno il mio committente presso artigiani, nelle aziende produttrici o nei negozi di arredamento per aiutarlo a trovare le migliori proposte dal punto di vista qualità, sostenibilità e originalità.
Essere un progettista d’interni e un consulente sugli arredi significa offrire ai clienti le competenze necessarie per arredare la casa e il coraggio per scegliere la soluzione migliore; questi sono i due grandi vantaggi.

Esempio di arredamento di un'abitazione proposto da Alessandro CorinaSU COSA SI BASA LA TUA ATTIVITÀ DI INTERIOR DESIGNER?
Io sono un progettista d’interni che ama conquistare la fiducia delle persone che desiderano realizzare il sogno della propria casa. La passione per il mio lavoro mi permette di immedesimarmi nelle persone per ideare la casa nello stile che loro desiderano. Il mio obiettivo non è solo conoscere le misure di un’abitazione, ma entrare in empatia con il committente per comprendere i suoi desideri. La mia missione è integrare le esigenze e i desideri dei miei clienti, con lo scopo di progettare e mettere in scena i loro spazi abitativi. Fortunatamente, nelle mie precedenti esperienze lavorative ho avuto modo di collaborare con diversi brand di settore che sono riusciti a mettere in pratica proprio questa mission e che porto con piacere come esempi virtuosi; tra questi posso citarvi l’azienda Gervasoni, conosciuta a livello internazionale per le sue collezioni di arredo per la casa e per il settore contract, l’azienda Dialma Brown, che propone pezzi di design dal valore assoluto e originale, e l’azienda Ennerev, che propone materassi e reti di ottima fattura artigianale.

QUAL È L’AMBIENTE CHE PREFERISCI RINNOVARE?
Tutti, perché ogni ambiente potrebbe essere molto rilevante per le comodità quotidiane della persona che vuole vivere con gioia e spensieratezza. Come detto in precedenza, il mio primo segreto per realizzare un progetto vincente è entrare in empatia con il cuore del protagonista principale, il committente, per valorizzare ogni ambiente in cui lui vuole raccontarsi.

QUALI SONO I DETTAGLI CHE AIUTANO A PERSONALIZZARE DI PIÙ LA CASA?
Ogni oggetto può essere il dettaglio che fa la differenza. Dalla forma del battiscopa, dal colore di una parete, fino ad arrivare alla finitura di una maniglia e alla posa di un pavimento. Io amo progettare con una visione a 360° perché solo con questo metodo posso aiutare a creare delle case coerenti con la personalità di chi le abita.

QUALI SONO I TUOI PROGETTI FUTURI?
Prevedo un futuro molto creativo ed emozionante, proprio come il presente. Tra i progetti che sto seguendo, è in corso la trasformazione di un officina storica in una casa studio dove sarà il mio rifugio professionale per i prossimi anni. Inoltre, il prossimo anno, nel mercato dell’arredamento ci sarà “YOUR CHOICE”, una collezione di divani imbottiti da me progettata con l’azienda GOBBO SALOTTI.

UN ULTIMO CONSIGLIO RIVOLTO A TUTTI I LETTORI CHE VOGLIONO ARREDARE CASA…
La vostra casa è come un teatro, deve raccontare attraverso i propri ambienti delle scene incantevoli ed emozionanti a voi stessi, ogni volta che vi svegliate o mentre guardate un film sul vostro divano. Per raggiungere questo mio pensiero, affidatevi ad un professionista che ha lo stimolo di progettare nel vostro spazio un luogo in cui è possibile innamorarsi ed in cui è possibile creare oggetti che fanno innamorare.