skip to Main Content
Boston 2

Quale stile di arredamento scegliere per la propria casa

Quale stile di arredamento scegliere per la propria casa

Così come scegliamo con cura il luogo in cui vivere e l’abitazione stessa, anche l’arredo ha una grande rilevanza: la casa parla di noi, l’arredamento esprime parte della nostra personalità nella scelta dello stile. Le mode passano, e i gusti personali possono anche cambiare. Non cambiano i motivi per cui scegliamo una tipologia di arredo preferendola ad altre.

Classico, moderno, minimal, shabby, pop : parliamo di stili piuttosto diversi tra loro.

Classico

Lo stile d’arredo classico non tramonta mai, è uno di quei modi di vestire la casa che pur ispirandosi al passato, non sarà mai considerato vecchio o fuori moda: è infatti simbolo di eleganza, di pregio e di ottimi materiali quali legno, meglio se massiccio, pietra, vetro, marmo o granito. Per un pubblico alla ricerca di un prodotto classico molto distintivo, pieno di richiami di alta qualità e di dettagli di gran lusso Berloni propone la cucina Grangala . Questo modello rappresenta l’eccellenza del lavoro certosino del tocco del maestro artigiano: un insieme di fregi, patinature, rifiniture impreziosite da dettagli dorati ed argentati, da sfumature e richiami dell’arte classica e dell’alta ebanisteria. Di particolare importanza nello stile d’arredo classico sono i tessuti: drappeggi, sete, velluti decorati possono rivestire sedie, divani, poltrone. Il dettaglio in qualsiasi elemento d’arredo è fondamentale. Lo sa bene Samoa che presenta il divano Elite, elegante, per certi versi informale, per uno stile classico capace di essere chic ma non rigoroso.
Nello stile d’arredo classico i rivestimenti sono più che altro costituiti da materiali naturali o comunque trattati in modo particolare. I piani di lavoro e interi ambienti, come il bagno, possono essere costituiti da realizzazioni in muratura e su misura. La ditta Cerasa propone I piastrellati, un innovativo programma che simula l’arredamento in muratura, realizzato da moduli su misura che ottimizzano e riducono il taglio delle piastrelle. A differenza di un impegnativa composizione in vera muratura, lo spessore dei mattoni diventa a tutti gli effetti ulteriore spazio contenitivo.

Moderno-Industrial

Lo stile moderno- industrial inserisce la geometria nelle forme, sia con linee pulite e squadrate, che con linee irregolari.
L’obiettivo è quello di alleggerire gli ambienti e di renderli più pratici e funzionali  per l’utilizzo quotidiano:  il superfluo viene ridotto per lasciar spazio alla funzione e alla dinamicità.

F var tot

Rebel System di Fimar

Lo stile moderno fa uso di diversi tipi di materiali; possiamo trovare  materiali caldi come il legno, i laccati lucidi e opachi, fino all’ utilizzo del metallo, del cemento e del vetro per alcuni particolari. Materiali veri, sapientemente trattati, che identificano il nuovo concetto della zona living come nelle composizioni Rebel System di Fimarche si integrano ad ogni spazio, definendo nuovi spunti e nuove funzioni con idee e soluzioni destrutturate. Una flessibilità compositiva dove l’accostamento di materiali diversi, come il legno derivante da vecchie cascine e il vetro ed il ferro che ricordano realtà industriali dismesse, svela estetiche che vivono di contrasti inconsueti e raffinati. Dettagli che raccontano una filosofia progettuale basata sul recupero e sulla valorizzazione dei materiali e delle loro caratteristiche peculiari che troviamo anche nei complementi realizzati da Nature Design: una collezione di prodotti dove l’utilizzo di materiali di recupero, abbinato al lavoro delle maestranze artigiane, crea esemplari irripetibili e unici. Per i pezzi più importanti è stato creato un documento d’identità che ne conferma l’autenticità e ne racconta l’origine, le lavorazioni e il valore assoluto.

Minimal

BVolume di Berloni

Lo stile minimal è caratterizzato da  linee rigorose e geometrie perfette; la filosofia da seguire è quella di creare ampi spazi da arricchire con pochi arredi essenziali, il più possibile privi di elementi accessori; questo però non vuole necessariamente dire dover rinunciare alla bellezza della composizione, alla preziosità dei materiali e alla particolarità delle rifiniture.
Lo stile minimal punta infatti sulla pulizia delle forme e sull’impatto visivo definito e l’intero ambiente deve essere concepito come unica composizione. Tutte queste caratteristiche le troviamo nella cucina BVolume di Berloni  :

una linea dal gusto contemporaneo pensata per avere più spazio volumetrico e un’estetica più accattivante, che avvicina la cucina al mobile da zona giorno, ma che conserva la tecnicità dell’ambiente cucina, tanto per il rispetto dell’ergonomia, come per la praticità di utilizzo.

Roomy di Caccaro

Ritroviamo la stessa filosofia progettuale  anche nelle composizioni Roomy di Caccaro: dalla zona living alla zona notte, Roomy veste le pareti di ogni ambiente a 360° ottimizzando gli spazi, con versatilità e funzionalità, per rispondere ad ogni esigenza, creando composizioni per l’ingresso, con scarpiera e guardaroba, per la zona studio, con scrittoio e librerie, e moduli a vetrina utilizzati come dispensa per la cucina o il soggiorno.

Shabby Chic

Letteralmente, shabby chic significa “trasandato elegante”: due termini che potrebbero sembrare in contraddizione tra loro, ma che, invece, danno origine a uno stile unico. A questo stile appartengono colori tenui, toni pastello e neutri, fantasie floreali, tessuti naturali come cotone e lino,  e su tutto la predominanza del legno decapato, che lascia intravedere venature e segni del tempo come screpolature e ammaccature come nella Madia Shabby di Stil Decor. Tutti questi particolari, caratteristiche dello stile shabby chic, sono proprio quelli che rendono la casa più primaverile, rivestendola di tutto ciò che è naturale e colorato ma senza eccessi, restando sulla linea di un’eleganza quasi nascosta.

Pop

Questa tipologia di arredamento punta sui materiali artificiali, primo fra tutti la plastica. La plastica è un materiale molto versatile: può essere lavorata in diversi modi e per una produzione variegata ed è utilizzata soprattutto per tavolini, sedie e altri complementi. Un oggetto unico e di forte riconoscibilità è Tree di Bonaldo, un appendiabiti in polietilene colorato che dona all’ambiente personalità in virtù della grande valenza espressiva. Sono ammessi tutti i colori, dal semplice bianco all’alternanza dei colori complementari, all’interno della stessa stanza o tra un ambiente e l’altro. L’arredo in stile pop ha forme estroverse e originali che danno un tocco vivace e allegro all’ambiente. Divani e poltrone hanno linee morbide e sinuose, il classico aspetto bombato come il modello Eden di Pianca , che si distingue per il suo carattere informale e giocoso.

Eden di Pianca

Difficile dire quale sia la migliore soluzione d’arredo, ognuna ha caratteristiche proprie e differenze ben definite. La scelta dipende soprattutto dal gusto personale, dalla dimensione degli spazi, da esigenze funzionali. Le proposte più innovative suggeriscono l’integrazione dei diversi stili per creare contrasti di grande effetto ma sempre seguendo una semplice regola: sottrarre piuttosto che aggiungere. Pochi pezzi, accostati con gusto e armonia.